XXVII Biennale del Muro Dipinto di Dozza

09 Settembre 2019 ore 10:00
fino al 15 Settembre 2019

a Piazzale Rocca, 40060 Dozza BO, Italia

Categorie: Rocca di Dozza

Visite: 2358

XXVII Biennale del Muro Dipinto di Dozza

Il titolo di questa Biennale è "#EMOZIONIURBANE" che ha come obiettivo di ricaricare le "batterie emotive", godendosi l'arte che accompagna Dozza da sempre.
Anche quest'anno è stata confermata la Commissione Inviti che ha il compito di selezionare gli artisti che dipingeranno sui muri durante la settimana della Biennale.
 
 
Sveliamoli!
 
IVAN CAVINI

Artista freelance, si esprime con tecniche pittoriche tradizionali e digitali, con la scultura e la scenografia. Illustratore e set designer, è noto al grande pubblico soprattutto per il suo impegno nell'arte fantasy, dall’illustrazione alla pittura, fino alla creazione di scenografie giganti e progetti artistico-culturali di ampio respiro. Come illustratore ha pubblicato per numerosi editori (Walt DisneyItalia, Tabula Games, Sergio Bonelli, Rcs libri, Franco Panini ragazzi, Saf Comics, Delos Book, Eterea edizioni, Tzunami, Fanucci e molti altri). Cavini è direttore creativo del GreisingerMuseum svizzero, per il quale ha costruito gran parte degli allestimenti scenografici, delle statue, dei decori e dei dipinti a tema “Il Signore degli anelli” e “Lo hobbit” ed è ideatore e direttore artistico di FantastikA, la Biennale d’arte del fantastico di Dozza (Bo). Le sue opere sono esposte in Italia, Svizzera, Polonia e Giappone.

ENRICO MARIA DAVOLI:

Enrico Maria Davoli vive a Montecchio Emilia (RE) ed è docente di Storia del Design all’Accademia di Belle Arti di Milano-Brera. Si occupa in particolare di temi e problemi relativi alla decorazione e all’ornatistica, sia storiche sia contemporanee, privilegiando il rapporto fra linguaggi decorativi ed arte per gli spazi pubblici. Ha all’attivo una ricca attività pubblicistica, sia come autore di saggi originali, sia come traduttore e curatore. Dirige la rivista on line Fare Decorazione (www.faredecorazione.it).

SABINA GHINASSI:

Presidente di Almagià-Rete di associazioni e vice presidente dell’Associazione RavennArte, è curatore, critico d’arte e giornalista. Ha curato quattro edizioni della Biennale Internazionale del Mosaico Giovanile Città di Ravenna (dal 2000 al 2009) e diverse mostre, personali e collettive, dalla prima metà degli anni ‘90. Dal 1998 è tra i critici coinvolti nel premio R.A.M. ed è stata tra i critici di “Arrivi e Partenze: Mediterraneo”, (giugno-settembre 2012, Mole Vanvittelliana, Ancona). Dal 2014 è presidente di Almagià, rete di associazioni che si occupa prevalentemente di promozione culturale, inclusione e formazione per preadolescenti, adolescenti e giovani. Ha all’attivo la cura e l’organizzazione di numerosi progetti multimediali, manifestazioni artistiche, festival, convegni e mostre. Dal 2016 coordina il progetto “Appunti per un Terzo Paesaggio”, un viaggio rizomatico e multidisciplinare tra arti visive, giovani artisti, paesaggi culturali, botanica, architettura, rigenerazione e danza urbana, danza urbana.

FRANCESCA GRANDI

Compie studi nel campo della Storia dell'arte frequentando Conservazione dei Beni Culturali indirizzo storico-artistico e poi, dopo la laurea frequenta la Scuola di Specializzazione di Storia dell'Arte indirizzo medievale-moderno presso l'Università di Bologna e la Scuola di Archivistica Paleografia e Diplomatica presso l'Archivio di Stato di Modena. Dopo la laurea, lavora nel settore dei beni culturali, conduce ricerche, svolge interventi di catalogazione e di didattica presso i Musei Civici di Imola e la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola. È insegnante di Lettere dal 2007 presso la scuola secondaria di primo grado e dal 2014 èConsigliere della Fondazione Dozza Città d'Arte e partecipa alla Commissione inviti della XXVI Biennale del Muro Dipinto come membro interno. In occasione delle Biennali del Muro Dipinto si occupa di progetti espositivi di taglio storico-artistico.

CLAUDIO SPADONI:

Docente di Storia dell'Arte all'Accademia di Belle Arti di Ravenna (di cui è stato direttore per diversi anni) e quindi al TECORE (Tecnologie Conservazione e Restauro) dell'Università di Bologna. Ha fatto parte della Commissione Internazionale della Biennale di Venezia, ed. 1986, della Commissione Inviti della Quadriennale di Roma per le edizioni 2.000 e 2008 e di diversi Comitati scientifici (Galleria d'Arte Moderna di Bologna, Fondazione Bevilacqua la Masa di Venezia, Fondazione Michetti Francavilla-Pescara, Galleria Comunale Villa Franceschi di Riccione, Fondazione Mastroianni di Roma, ecc.). Critico di QN, 'Quotidiano Nazionale' (Il Giorno, La Nazione, Il Resto del Carlino, Il Telegrafo) e collaboratore di diverse riviste specialistiche. Direttore dal 2002 al 2014 del MAR, Museo d'Arte di Ravenna, per il quale ha curato numerose importanti mostre. Dal 2012 al 2015 è stato direttore per il settore del 'moderno' di Arte Fiera di Bologna e nel 2018 è stato nominato come storico dell'arte nel Consiglio Direttivo dell’Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia Romagna.

La mostra

La mostra che sarà presente durante la settimana del Muro Dipinto è "Muri d'autore. Gerardo Masini da Dozza a Dakar", inaugurata lo scorso 24 maggio, resterà visibile fino al 29 di settembre. Mostra curata da Silvia Evangelisti ed organizzata dalla Fondazione Dozza Città d'Arte, in collaborazione con l'associazione Gerardo Masini, ha lo scopo di recuperare le fondamenta e le tappe di questa manifestazione nata nel 1960. 

info: 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
0542678240
www.fondazionedozza.it

 

 


Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato sulle nostre iniziative